Terrecotta di Fratte Rosa

A Fratte Rosa, la produzione di ceramica d’uso in terracotta, ha origini molto antiche, probabilmente risalenti all’origine stessa del Paese, nel tardo medioevo, grazie alla grande quantità di argilla presente nel suo territorio.

Gli utensili della tradizione, creati con l’uso del tornio, erano il prodotto di gesti tramandati dalla memoria ed usati prevalentemente per la cottura o la conservazione di cibi.
Secondo la tradizione locale, le forme classiche prodotte, sono: la codazza, la stufarola, la marmitta, il mastello, la teglia, il pignolo, lo scaldino, la fiasca marinara, l’albarella, la bocaletta, la truffa, la borraccia, il brocchetto per olio, la pigna, la vettina e la terrina.

Da sottolineare, l’inconfondibile e unico “smalto nero”,  utilizzato per la colorazione degli oggetti.

La produzione di terracotta è ancora viva oggi, nelle botteghe dei vasai, presenti nel territorio.